Blog Image

Il Blog per la Gestione di Case Vacanza in Liguria

Gestione Case Vacanza in Liguria

Liguria-Holidays.eu è società di servizi turistici che aiuta a gestire chiunque abbia una seconda casa senza il minimo pensiero:

Affidandoti a noi, mettiamo a rendita ciò che tu per impegni della vita di tutti i giorni non riesci a fare con una gestione completa a 360°.

Esperti nella gestione di Case Vacanze, Ville mettiamo a vostra disposizione tutta la nostra professionalità e garantiamo a voi e alla vostra casa, una clientela selezionata.
Hai una seconda casa, noi possiamo aiutarti ad affittarla.

Liguria-Holidays.eu offre un doppio servizio:

- Ai proprietari, la possibilità di affittare la propria struttura, affidando ad un "team" di professionisti l'intera gestione.
Ci prendiamo completamente cura della tua proprietà

- Agli Ospiti, di vivere esperienze uniche scegliendo tra una vasta ed accurata selezione di alloggi.
Scegli l'esperienza di un soggiorno in proprietà
selezionate esclusivamente per te.

ALLA SCOPERTA DI SAN FRUTTUOSO

Eventi a Genova e dintorni Posted on Tue, March 21, 2017 11:52:43

ALLA SCOPERTA DI SAN FRUTTUOSO

Dal primo di aprile ogni sabato una scoperta nell’abbazia del FAI, simbolo della Liguria. In programma anche le visite guidate e le passeggiate

Il borgo di San Fruttuoso è uno dei luoghi di mare più belli del mondo. E l’abbazia di proprietà del FAI, Fondo per l’ambiente italiano, è il biglietto da visita della Liguria. In questo periodo il monumento è al centro di un’opera di restauro importantissima, mentre dal primo di aprile l’abbazia apre a visite dedicate, che si svolgeranno fino al 28 ottobre ogni sabato. La storia, l’ambiente, la cultura materiale, i restauri e gli episodi, che hanno fatto da teatro a oltre mille anni di vita di questo suggestivo angolo di Liguria, sono tante chiavi di lettura che scandiranno un percorso di scoperta e comprensione dell’antico insediamento di San Fruttuoso, ancora oggi ammantato di fascino. Ogni domenica, dal 2 aprile al 29 ottobre sono in programma altre visite questa volta accompagnati dal direttore del Fai-San Fruttuoso. E ogni domenica di aprile e maggio e poi di settembre e ottobre, visite paesaggistiche per conoscere le essenze della macchia mediterranea che troviamo a ridosso dell’abbazia di San Fruttuoso, il loro utilizzo nella cucina tradizionale e nella preparazione di infusi.

visitfai.it/sanfruttuoso/?lang=ita



Lo Stoccafisso o “Brandacujun”

I sapori liguri Posted on Tue, March 21, 2017 11:44:53

Stoccafisso, patate, aglio di Vessalico, prezzemolo, sale, pepe, olio

Ingredienti: 1,2 kg di stoccafisso ammollato, 1 kg di patate, 2 spicchi d’aglio di Vessalico (presidio Slow Food), prezzemolo, sale, pepe, olio extravergine d’oliva della Riviera Ligure dop. Tagliate a pezzi lo stoccafisso e mettetelo sul fuoco in una pentola bassa e capiente, piena di acqua fredda salata. Quando l’acqua inizia a bollire, abbassate la fiamma e aggiungete le patate pelate e tagliate in due. Continuate la cottura fino a quando le patate saranno molto morbide. Dopo mezz’ora, scolate il tutto e lasciate intiepidire.

Schiacciate le patate e sminuzzate lo stoccafisso con le dita. Rimettete le patate e lo stoccafisso nella pentola di cottura, condite con sale, poco pepe bianco, prezzemolo e aglio tritati e abbondante olio extravergine d’oliva. Rimettete il coperchio alla pentola di cottura (eventualmente fissatelo con uno strofinaccio) e cominciate a “brandare” (cioè a muovere la pentola con movimento rotatorio, scuotendola ogni due o tre giri) per il tempo che basta ad amalgamare tutti gli ingredienti e ottenere un composto omogeneo. Servite caldo, completando con una macinata di pepe ed un bel filo d’olio extravergine d’oliva. Eventualmente accompagnate con dei crostoni di pane.



Trippa alla Genovese

I sapori liguri Posted on Tue, March 21, 2017 11:41:53

Trippa alla Genovese

Uno dei piatti più antichi di Genova, città delle tripperie

Poco costoso e gustoso come non mai, questo piatto antico della cucina ligure è tornato prepotentemente alla ribalta. Anche perché i dietologi hanno confermato che, nonostante il nome evochi grassi e calorie, la trippa può essere la base ideale per ricette saporite e leggere al tempo stesso. A Genova ci sono antiche tripperie da visitare, come quella di vico Casana, la tripperia più antica d’Italia. Nel cuore del centro storico, a pochi metri da via Luccoli, La Casana. Mobili, cucina, caldaia e muri, risalgono al periodo risorgimentale. È in quegli anni che dalle parti della tripperia passavano i grandi personaggi dell’epoca. Mazzini, Verdi e poi Puccini, erano clienti abituali. La ricetta più famosa è la trippa accomodata.
Ingredienti per quattro persone: 1 chilo di trippe miste, 50 grammi di pancetta, mezzo chilo di patate, 2 carote, 2 cipolle, 2 gambi di sedano, 1 o 2 spicchi d’aglio, rosmarino, 20 grammi di pinoli, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, 1 bicchiere di vino bianco, 2 mestoli di brodo, sale, pepe, 1 bicchiere di olio extravergine.

Preparazione
Preparare un battuto con cipolla, sedano, carota e pancetta, poi soffriggere. Aggiungere le trippe rosolando a fuoco vivace. Appena saranno dorate unirvi il concentrato di pomodoro con il trito di rosmarino, aglio e pinoli. Bagnare con vino bianco, lasciare evaporare, salare e pepare. Bagnare con il brodo e completare con le patate tagliate a pezzi; cuocere coperto per circa un’ora.



TRENETTE AL PESTO

I sapori liguri Posted on Tue, March 21, 2017 11:39:37

TRENETTE AL PESTO

Questo è un altro piatto che deriva dalla tradizione genovese, e come tanti piatti ha origini popolane. Un tempo a Genova nei negozi o banchi si vendeva un tipo di pasta considerata di seconda qualità e denominata “avvantaggiata” per il motivo che, contenendo una certa quantità di farina di crusca o di castagne, aveva un prezzo inferiore. In realtà questo tipo di pasta, grazie alla sua naturale ruvidezza e al particolare sapore, si presta in modo egregio a essere condita col pesto; specialmente se accompagnata da patate e fagiolini. Preparazione

Far bollire in abbondante acqua salata i fagiolini. Dopo 10 minuti di cottura, buttare nella stessa pentola alcune fette di patata, dello spessore di circa mezzo centimetro, e le trenette avvantaggiate. Far cuocere ancora per 11 minuti. Mentre la pasta cuoce, mettere nel piatto di portata il pesto e unire un po’ d’acqua di cottura e stemperare bene gli ingredienti in modo da ottenere una crema fluida. Colare la pasta con le patate e i fagiolini, condire e servire subito.



Focaccia Genovese

I sapori liguri Posted on Tue, March 21, 2017 11:37:10

FOCACCIA GENOVESE

Quella classica è la versione più semplice e per molti la più gustosa: farina di grano tenero, olio extravergine d’oliva Riviera Ligure DOP, sale, lievito di birra ed acqua. La focaccia classica viene arricchita con vari ingredienti che la rendono ancora più buona: con le patate tagliate sottili e disposte in superficie, oppure con le cipolle tagliate anche queste sottili e cosparse sopra l’impasto prima di infornarla, con il gustoso rosmarino, la salvia o con le olive snocciolate. L’impasto può essere ammorbidito con l’aggiunta di patate, che la rendono più soffice.Qualunque sia la vostra preferita, è sempre una bontà.



Mare e relax

I nostri consigli Posted on Tue, March 21, 2017 11:23:40

La Baia dei Saraceni a Varigotti è la spiaggia più amata della Liguria. Lunga, ampia, libera, di sabbia bianca granulosa e dal mare limpidissimo con tonalità turchese e smeraldo. Proprio a ridosso della meravigliosa scogliera rocciosa di Capo Noli. L’accesso è facilissimo sull’Aurelia, si paga l’ingresso in cui è compresa la pulizia della spiaggia e l’accesso ai servizi e docce.

Il borgo di Sestri Levante è unico al mondo per il suo lungo promontorio e la bellezza delle due spiagge che viste da Punta Manara sembrano quasi toccarsi. Diverse fra loro la Baia delle Favole, animata e attrezzata, con vista aperta sul mare. Più riservata, l’incantevole Baia del Silenzio, con un mare trasparente, poco profondo, le casette sulla spiaggia che vi riflettono i colori pastello e decine di barche di pescatori ancorate sull’acqua.

La spiaggia di Fegina a Monterosso e’ la più grande delle Cinque Terre, anche l’unica di sabbia. Acqua cristallina azzurra e blu, scenografica per la sua posizione ma al tempo stesso comoda perché davanti al borgo. Lungo il sentiero delle Cinque Terre ci sono molte baie meravigliose, accessibili via mare o lungo sentieri per esperti camminatori.



Sport nelle spiaggie

I nostri consigli Posted on Tue, March 21, 2017 11:21:11

Un mare da surfisti, da immersioni, da speleologi e nuotatori. Popolato di migliaia pesci, acceso dai venti e dalle onde e custode di relitti e tesori sommersi.

Nello spezzino il golfo di Levanto favorisce la creazione di onde da surf quando spirano venti di Libeccio e di Maestrale. La presenza di fondali sabbiosi, misti e rocciosi permette la formazione di onde di diversa misura e qualità, ma la fama di Levanto è dovuta più che altro all’altezza delle onde. Per questo, ogni volta che a Levanto si sta per abbattere una mareggiata, tantissimi surfisti attendono impazienti, il momento giusto per poter entrare in mare. Nota per le immersioni, l’Isola di Bergeggi nel savonese, fa parte della Riserva Naturale Regionale di Bergeggi. Si tratta di un suggestivo cono di roccia calcarea alto fino a 53 metri, luogo ideale per gli amanti delle immersioni, anche neofiti, grazie ad un mare limpido e cristallino, con fondali ricchi di flora e fauna marina già a basse profondità. Inoltre, a circa 35 metri di profondità, i sub possono scorgere anche stalattiti e stalagmiti. Nella piccola baia di San Fruttuoso, la bellezza e la tranquillità vanno ricercate nel fuori stagione, quando, scesi dal battello vi apparirà questa magica e unica caletta che lega bellezza e storia, colori caraibici e scorci medievali. Un mare colore celeste e fondali fanno da ingresso al Monastero benedettino, gioiello del FAI. I sub possono contemplare nelle profondità Il Cristo degli Abissi, una grande statua bronzea raffigurante Cristo, posta a ricordo dei morti in mare e di quanti al mare hanno dedicato la propria vita.



La visita alle Balene

I nostri consigli Posted on Tue, March 21, 2017 11:18:50

L’emozione di avvistare una pinna tra le onde

L’emozione unica di avvistare la sagoma sinuosa di un delfino o lo sbuffo di una balenottera, in Liguria anche questo è possibile. Siamo nel cuore del Santuario dei cetacei, un’area marina internazionale protetta che unisce Costa Azzurra, Liguria, Corsica e Toscana, dove frequentissimi sono gli avvistamenti di stenelle e capidogli. Sono tanti i battellieri che, dalla primavera all’autunno, propongono questa magica esperienza in compagnia di un biologo marino. Dal levante a ponente, basta scegliere il porto più vicino: le imbarcazioni partono da Genova, Camogli, Andora, Laigueglia, Imperia, Loano, Savona e Varazze.



« PreviousNext »