Come gestire le locazioni turistiche sfruttando gli immobili di proprietà di terzi. Vuoi gestire immobili di terzi sfruttandoli attraverso locazioni brevi turistiche? In questo articolo ti spiegheremo quali strade potrai seguire e come dovrai avviare l’attività.

Nelle grandi città artistiche o nelle località di vacanza il fenomeno delle locazioni brevi con finalità turistiche ha assunto proporzioni davvero importanti, per non essere notato, anche dai non addetti ai lavori.

Si tratta di una disciplina apparsa negli ultimi anni ma che ha avuto una crescita esponenziale, in quanto capace di attirare clienti sia italiani che stranieri. Molti proprietari di immobili, hanno deciso di convertire i loro contratti di locazione “lunghi” nelle formule ordinarie previste dalla Legge n. 431/98 (c.d. “4+4” o “3+2”), a favore dei più snelli e remunerativi contratti brevi di locazione turistica.

Molti di questi proprietari, tuttavia, non hanno interesse a gestire direttamente, questi immobili, magari perché occupati dal proprio lavoro quotidiano, e per questo molti soggetti hanno ben pensato di gestire attraverso locazioni brevi questi immobili per conto dei loro proprietari.

L’obiettivo di questo contributo è quello di andare a disciplinare la normativa gli adempimenti e le regole che disciplinano questo tipo di attività: la gestione di affitti brevi con finalità turistiche su immobili di proprietà di terzi.

fonte: fiscomania.com